La leggenda del ponte del diavolo

 

 

Nel paesino di Borgo a Mozzano, situato tra la Garfagnana e Lucchesia, si trova un ponte insolito che passa sopra il fiume Serchio. La sua struttura maestosa e asimmetrica attira migliaia di turisti ogni anno. Il ponte, originariamente chiamato “ponte della Maddalena” è un esempio notevole d’ingegneria medievale, e probabilmente fu commissionato dalla contessa Matilde di Toscana nel 1080. È stato fondamentale nel Medioevo per i pellegrinaggi dalla Francia a Roma. Per evitare le acque alte del Serchio il ponte fu progettato a tre arcate, con quella centrale così incredibilmente alta da assomigliare alla schiena arcuata di un asino.

 

Nel corso degli anni diverse leggende popolari hanno creato un alone magico attorno a questo ponte per spiegarne l’insolita forma; nella maggior parte di queste il diavolo è il protagonista. In una visita recente in Toscana, sono passata da questo bellissimo ponte per una gita nelle montagne della Garfagnana. Ovviamente il mio gruppo ha deciso di andare a piedi fino alla cima del ponte da cui ci siamo goduti una vista mozzafiato proprio mentre il sole stava per tramontare.

 

Come ho già detto ci sono molte versioni di questa storia, per esempio alcuni dicono che era un maiale e non un cane, che fu il primo ad attraversare il ponte. Ma queste sono lievi variazioni e la morale della storia è sempre lo stesso: l’architetto era più intelligente del Diavolo e il male è stato sconfitto.

 

©studentessamatta

 

Если Вам понравилось — поделитесь с друзьями:

 

продолжить с текстами продвинутого уровня >>>

 

перейти к текстам уровня выше среднего >>>


Смотрите так же:

Предлагаем пройти тесты онлайн:

Рекомендуемые статьи и видео:

Ещё статьи >>>